A.E.C. : Compiti e competenze


L’integrazione scolastica degli alunni in situazioni di handicap rappresenta la parte più elaborata della Legge 104/92, alla quale si riferiscono gran parte dei provvedimenti attuativi emanati fino ad oggi da vari ministeri.

L’assistente educativo e culturale (AEC) è una figura professionale che nasce in adempimento dell’art. 13, comma 3 della legge 104/92 e si occupa di assistenza a minori con disabilità nelle scuole di competenza del municipio che attiva il servizio. I compiti dell’operatore AEC sono finalizzati all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni in situazione di handicap nonché all’effettiva integrazione scolastica e sociale degli stessi.

L’AEC è un’importante risorsa per garantire il diritto allo studio dell’alunno con disabilità e la partecipazione a tutte le attività scolastiche. Il suo ruolo è estremamente complesso e delicato in quanto opera per cogliere, soddisfare e rispondere ai bisogni dell’alunno disabile facilitando il suo percorso formativo scolastico in un’ottica di integrazione ed inclusione.

Nello specifico l’AEC si occupa di:

  • Supportare l’alunno nell’attività didattico- educativa interna (attività curriculari, laboratoriali, motorie) e nell’attività esterna (uscite didattiche, gite, campi scuola, laboratori extracurriculari) previa autorizzazione del Municipio ed in relazione alla disponibilità finanziaria:

  • Vigilare, accompagnare e assistere nelle esigenze igienico/sanitarie i minori che necessitano di un intervento quotidiano nel cambio e nella pulizia e/o di un ausilio nella consumazione del pasto;

  • Collaborare, nei limiti delle proprie competenze, con il team docenti e il personale della scuola per l’effettiva partecipazione dell’alunno disabile a tutte le attività scolastiche, ricreative e formative previste dal piano dell’offerta formativa con l’obiettivo di facilitare il percorso formativo degli alunni con disabilità.

  • Partecipare, previa autorizzazione del Municipio, alle attività di programmazione e verifica degli insegnanti, singolarmente e/o riuniti negli oani collegiali, con i referenti delle strutture sanitarie e con i Servizi territoriali, partecipa inoltre ai glho degli alunni assegnati;

  • Partecipare alla elaborazione del Piano Educativo Individualizzato (PEI), contribuendo, secondo le proprie competenze alla individuazione delle potenzialità, degli obiettivi, delle strategie metodologiche, dei momenti di verifica;

  • Collaborare, nelle forme e nei tempi concordati dal municipio, alla realizzazione di iniziative ed attività con cui la Scuola ed i Servizi territoriali mirano congiuntamente all’integrazione dell’alunno con disabilità in altre strutture del territorio.

L’obiettivo principale che l’AEC deve porsi è favorire e promuovere attraverso ogni possibile intervento e strategia educativa l’autonomia del bambino disabile, in collaborazione con tutte le figure presenti nel contesto scolastico e interagenti con il bambino. Per la realizzazione di questo obiettivo a scuola, tutte le figure educative insieme devono seguire un paradigma comune:

l ‘Inclusione. Solo in un’ottica di inclusione l’alunno disabile sarà considerato un bambino con delle diversità in un contesto di bambini ognuno diverso a suo modo, intendendo per diversità non le disabilità specifiche ma le peculiarità di ogni bambino inserito nel gruppo classe, valorizzandole e utilizzandole per realizzare un buon percorso formativo e migliorare la qualità della permanenza a scuola dell’alunno disabile, favorire la socializzazione e l’integrazione e arricchire il gruppo classe di una positiva esperienza di vita.

#disabilità #inclusione #integrazione #assistenzascolastica #aec

4,730 visualizzazioni

© 2016 by Carla Brenciaglia Proudly created with Wix.com
 

SEDI

fax +39.06.68301733

tel. +39.06.97277736

Sociale e Amministrativa:

00195 Roma

Via Monte Zebio, 30

RECAPITI

ISCRIZIONI

Informativa Cookie

NOTE LEGALI

CF e P.IVA 04462601008

CCIAA REA n. RM770161 del 14/04/1993

Albo Naz.le Coop.ve Sociali A167112

Albo Reg.le Coop.ve Sociali 254/2000

Centro Studi e Formazione:

00182 Roma

Via Vercelli, 19

visite nel sito

Privacy Policy e

codice univoco ZKRO 483